Crowdfunding e open innovation

Trovare nuove idee e lanciare prodotti innovativi sul mercato è una sfida per ogni azienda.

Open Innovation e Crowdfunding possono essere di aiuto in tal senso. Partiamo dal concetto di Open Innovation, attraverso il quale un’azienda usufruisce del sapere di tante persone per risolvere un problema.
Le persone non sono tuttavia solamente una fonte di ispirazione, ma risultano utili anche come finanziatori. Il crowdfunding è un’innovativa modalità di finanziamento nella quale tante persone garantiscono piccoli contributi per poi raggiungere una somma che permette di realizzare un progetto.

Il crowdfunding è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni.

È una pratica di microfinanziamento dal basso che mobilita persone e risorse. Il finanziamento collettivo si può riferire a iniziative di qualsiasi genere, dal sostegno all’arte e ai beni culturali, al giornalismo partecipativo, fino all’imprenditoria innovativa e alla ricerca scientifica. In sostanza le persone decidono di partecipare (con una donazione economica che può partire anche da un solo euro) alla realizzazione di un progetto o di un’idea, ricevendo in cambio una ricompensa, spesso simbolica, sotto forma di bene o servizio. In molti casi si contribuisce ad un progetto di crowdfunding non per avere qualcosa in cambio, ma più frequentemente per sentirsi partecipi del successo della realizzazione di quell’idea. La partecipazione ad un progetto di crowdfunding non è vista quindi solamente come una partecipazione economica in senso stretto, ma è anche una partecipazione emotiva.

Negli ultimi anni si sente sempre più parlare di crowdfunding quale strumento per fare open innovation.

Infatti, il nuovo paradigma aziendale che basa il processo di sviluppo tecnologico su un sistema di innovazione aperto ad idee sia interne che esterne all’azienda trova nella raccolta fondi online non solo un valido strumento per reperire risorse economiche, ma anche un ottimo canale per entrare in contatto con nuovi interlocutori, stakeholder, creatori e potenziali partner in grado di apportare all’azienda importati contributi in termini di nuove idee, know-how e networking.

COSA SIGNIFICA “FARE CROWDFUNDING

Prima di lanciare una campagna di raccolta fondi è utile ragionare sia sui presupposti economici per la realizzazione di un progetto sia sull’impianto narrativo con il quale esso verrà raccontato. Budget e durata della campagna sono i primi elementi da prendere in considerazione per proporre un progetto di crowdfunding. Più l’obiettivo economico sarà ambizioso e maggiori saranno le attività di promozione a sostegno, l’impegno nella divulgazione del progetto e le persone da coinvolgere.

Un altro ruolo molto importate è giocato dalla scelta e dalla creazione dei contenuti con i quali si deciderà di raccontare il proprio progetto: titolo, descrizione emozionale, materiale visivo, sono fondamentali per la buona riuscita di una raccolta. L’accuratezza del racconto e la capacità emozionale dei contenuti sono decisivi per spingere e coinvolgere i donatori a sostenere anche economicamente un progetto. Nel crowdfunding, infatti, credibilità e fiducia sono le parole chiave attorno alle quali ruota il successo della raccolta. Più l’obiettivo della campagna sarà concreto e i processi di realizzazione chiari e trasparenti, maggiori saranno le possibilità di contributo da parte delle persone interessate.

Gestire la campagna di crowdfunding è un momento fondamentale per la buona riuscita della stessa.

Caricare il progetto in piattaforma e sperare che funzioni da solo, infatti, non è mai una strategia efficace. Quando si vuole raccogliere fondi attraverso il crowdfunding è importante conoscere il pubblico al quale comunicare il proprio progetto e pianificare delle strategie e attività di promozione per raggiungerlo. Passaparola, social, contatti stampa, organizzazione di eventi e networking, sono tutti canali e strumenti da prendere in considerazione per raggiungere la community che interessa intercettare.

Così come per fare crowdfunding è importante il ruolo svolto dalla comunicazione, d’altro canto anche il crowdfunding può diventare uno strumento di comunicazione per associazioni e aziende che vogliono far conoscere le proprie attività e il proprio lavoro. Sin dalla nascita del crowdfunding ci si è chiesti se questo fenomeno fosse solo uno strumento di “finanziamento dal basso” o anche un modo innovativo per relazionarsi con un pubblico e un mercato sempre più aperto ed esigente. Negli anni, infatti, in molti hanno sperimentato questo nuovo strumento di finanziamento di idee e progetti anche come leva di marketing e canale per testare la capacità penetrativa e di successo di prodotti.

Print Friendly, PDF & Email
By | 2021-02-05T10:36:13+00:00 febbraio 5th, 2021|Web Marketing|0 Comments

About the Author:

Marianna Campitiello
Social Media Marketing, comunicazioni e gestione di campagne di Advertising.

Leave A Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi